Privacy Policy sogni ricorrenti
Crea sito

 

Questa pagina e' dedicata ai miei sogni... Gia', perche' in linea con il sito i miei sogni hanno qualcosa di esclusivamente demenziale che va interpretato per conto suo. Io li scrivo; se poi qualcuno si vuole 'sbattere' a decifrarli in un momento di raptus freudiano lo accetto volentieri; se poi mi vuole scrivere ancora meglio...

 

 

 

Albergo!!

 

Sono in vacanza con mia moglie in un grande albergo, direi tranquillamente un 4 stelle plus, con una grande sala da pranzo e i camerieri vestiti di tutto punto....Stiamo ovviamente consumando il pranzo quando ad un certo punto, nel riconoscere nel cameriere un conoscente italiano, mi alzo incuriosito da una scala che scende al piano inferiore dell' albergo (Mah!!). Conoscente italiano si, perche' ora sono certo che l'albergo e' in Inghilterra.

Mi avvicino alla scala e scendo al piano inferiore, dove noto un salone, una ex hall molto familiare, per l' esattezza identica alla hall di una palestra che ho sognato almeno un anno fa!!! (incredibile).Qui, ricordandomi in sogno, della palestra, mi viene in mente il proprietario che e' quello che possiede veramente una palestra vicino a casa mia... E perciò decido di sdraiarmi sul divano e farmi un pisolino, convinto che dopo dieci minuti, andro' a pranzare alle ore 17:30 del pomeriggio (Boh!!!). Pero' dalla scala scende il proprietario, un tizio con i baffetti, che arrabbiato prende la scopa, comincia a pulire e mi rimanda di sopra, dove, con enorme angoscia, mi rendo conto che e' passata un' ora, che sono le 13:30 e che a tavola non serviranno più. Dopo aver cercato invano di rubare in qualche modo un piatto di pansotti, mi reco fuori dove dopo aver fatto un giro intorno all' albergo, chiamo mia moglie, che non ricordo da dove e' rispuntata, e ci mettiamo in auto per tornare a casa. L' auto e' una mini inglese vecchio tipo, molto carina e sportiva, e nel prendere la strada per il rientro, ci ritroviamo su una strada sterrata, fangosa, tipica del rally del galles. Avendo le gomme da asfalto ho difficolta' a proseguire e quindi mi fermo a guardare il panorama...E qui, nell' ansia di rischiare di passare una notte nel bosco fuori di casa, mi sveglio all' improvviso.... Ricordo ancora il nome della via che avrei dovuto mantenere, in quanto ricordo di aver guardato anche una cartina. Era la famosa (!!!!) Gellerth road. Veramente non so più che pensare di 'sti sogni!!!

 

Il campo di grano

 

Passeggio lungo un grande campo di grano, in un giorno di sole cocente, e per grande campo intendo grande, non tanto come estensione ma come...dimensione. Si perche' rispetto alle zolle e' come se fossi alto 80 cm. Il confine tra il seminato e il non e' quasi un cordolo autostradale, ma friabile, e mette in difficolta' ogni passo.

Io lo devo attraversare questo campo, per cui cerco di arrivare al sentiero, che sarebbe per me una striscia di terreno non seminata che passa in mezzo al campo stesso. Attraverso il campo e mi ritrovo in mezzo ad una radura che sembrerebbe essere al centro di una moltitudine di campi arati.

Qui e' pazzesco...Si perche' c' e' una donna, una donna che io conosco benissimo (non aggiungo altro), che si mette totalmente nuda e , abbronzatissima e con dei genitali mostruosi, cammina tranquilla distanziandosi dal resto della gente come una prim' attrice in uno spot pubblicitario... Dal resto della gente, si... Perche' tra i campi c' e' veramente il mondo!! C' e' adirittura un viale popolato da un via vai di bici e passeggini, una sagra popolare alla quale partecipano seduti ad un tavolo mio padre ed i miei zii emiliani, che commentano la signora nuda come tutti gli uomini. Inoltre vi sono dei negozi nei quali per entrare bisogna passare dietro dei bancali di frutta e verdura che il fruttivendolo aveva in esposizione, fruttivendolo con il quale ero molto arrabbiato. Perche'!? Perche' vendeva la frutta usando una stanza di casa mia ed infastidiva la mi intimita'!! Insomma... Si tratta di un campo di grano veramente speciale... A proposito, nel sogno ero convinto che questo terreno, appartenesse a mio suocero!!!

 

Gloria

 

Gloria e' il sogno di tutti i sogni: il sogno che un po' tutti abbiamo nel cassetto e qualche volta sogniamo, prima di essere brutalmente svegliati dalla maledetta realta'.

Gloria e' metafora del sogno da cui non ti devi svegliare perche' e' esageratamente lungo e piacevole...

Sono parecchi i sogni da cui mi sono destato mal volentieri... Una volta,quando avevo 15 anni ed ero patito di videogames come tanti, avevo il Commodore come tutti...Sognavo videogames degni della PS3 odierna..Tutto sommato ero avanti.

Poi ci sono stati sogni di auto, donne e sesso, potere, ma i migliori erano quelli del campione sportivo...

Un giorno mi sono svegliato proprio male. Ero un attacante dell' Albisola, sognavo che eravamo al San Paolo contro il Napoli. Era il 76imo minuto quando ricevetti una palla sulla sinistra, presso il vertice sinistro dell' area di rigore avversaria...Ero a circa 20 metri dal portiere senza alcuna marcatura. Feci per calciare con la massima potenza quando sentii un forte rimbombo...il rimbombo del muro adiacente al mio letto che colpii con violenza peraltro senza alcuna conseguenza fisica.... Anche quel giorno il mio sogno svani' miseramente nella realta' .

Arriveranno tempi migliori....i tempi in cui la PS3 e' stata inventata veramente...gia' gia'...

 

 

Donne

 

Mi trovavo alla spiaggia, molto distante dalla battigia e prossimo alla passeggiata alle spalle del lido...

Ad un certo momento mia moglie si alza e si reca, cosi' dice, ai Golden Beach...

Io resto li', in attesa ed ovviamente dubbioso e, nel sogno, non mi rendo conto se sto' dormendo sotto il sole oppure no.

Resta il fatto che mia moglie tarda a ritornare e questo mi preoccupa molto....Cosi' mi prendo una pesca dalla cassetta che mi ero portato alla spiaggia (?) , e rovescio l' acqua sporca che e' nel contenitore quadrato a fianco alla cassetta.

Mia moglie non arriva e quindi mi alzo arrabbiato, penso ai pesanti insulti da darle e voglio prendere a botte il suo amante, del quale (nel sogno) sono quasi certo dell' esistenza...

Quando mi alzo c' e' una ragazza, carina, che dice che mi vuole denunciare perche' in discarica ha preso il mio televisore, e non funziona (mah!!)

Io rispondo deciso, ed arriva un' altra ragazza, bella, che compiaciuta della mia grinta mi bacia. Avevo ora la mia vendetta: ma poco tempo dopo mi alzo per recarmi ai Golden Beach, o meglio a casa e vaff....., e qui vedo le due ragazze di prima che si allontanano ridendo e scherzando fra di loro, ma penso non per il mio episodio, ma cosi', molto serenamente e senza allusioni apparenti.

Esco dal Lido e mi reco alla moto dopo aver preso un' altra pesca, che era diventato un peperone (anche dentro) e non sapeva ne di pesca ne di peperone, e qui ho il problema di portarmi dietro le mie due latte d' olio extra vergine di olive taggiasche (??)

Finalmente ricompare mia moglie che sembra quasi confessare di avere l' amante, ed io mi arrabbio molto..

Adirittura mi chiede di accompagnarla in discoteca alle due del mattino... (Povera donna, si alza presto ed ha 43 anni!!!)

Da qui in poi ricordo poco, e poi mi sono svegliato, stanco e raffreddato!!

Notevole, devo dire

 

 

Il sogno di Immacolata

 

Immacolata da Napoli manda per tutti il seguente sogno, che, bisogna dire,non e' complicatissimo, ma sicuramente demenziale...

Ho sognato di non voler andar a vivere con un uomo in una casa perche' in quella casa lui mi picchiava,cosa che lui non ha mai fatto,e per scappare mi sono tuffata in un mare di letame e ne sono uscita piena di escoriazioni e lividi........

 

Fuga a gambe bloccate

Come sara' capitato alla maggior parte delle persone anche a me e' toccato piu' di una volta di dover fuggire da qualcosa o qualcuno senza riuscirvi... Le gambe si bloccano dando corpo ad un incubo che puo' solo risolversi con un brutto risveglio.

Ora non so dirvi se per gran forza di volonta' o per qualche altro meccanismo dell' inconscio, io dopo aver sperimentato diversi bruschi risvegli, comprese le cadute nel vuoto, sono riuscito forse a controllare questi incubi con una strategia veramente demenziale.

Non so perche', qualcuno sostiene che uso troppi videogames, ma ultimamente (gli ultimi 7-8 anni) quando mi capita il blocco alle gambe (veramente insopportabile),mi spunta sulla fronte una sorta di tachimetro e riesco con il pensiero ad accendere un motore....insomma corro a 250 all' ora e tutti spariscono all' orizzonte....

Da quando sogno cosi' non mi sveglio e l' incubo svanisce fino al mattino, inoltre dormo soddisfattissimo....boh!!! Meglio cosi'.

 

Il castello sul mare

Non so bene come sia l' inizio di questo sogno, l' unica cosa che ricordo bene e' che siamo in un castello sul mare, io con 3 ragazze, una delle quali assocerei a mia moglie anche se sembrerebbe piu' una ragazza di 18 anni.

Le altre due ragazze sono in effetti molto giovani, anche loro non piu' di 16 anni..

Tutte e tre sono bionde, con un taglio a carre' e gli occhi chiari, azzurri direi, proprio come mia moglie

Insomma che siamo dentro questo castello, imprigionati da un uomo grosso e cattivo, con una barba pronunciata su tutto il viso, lunga circa 3-4 cm; un uomo che nel sogno io assocerei a qualcosa tipo un orco o un mostro, qualcosa piu' forte di noi insomma..

Questo signore ci tiene chiusi in una stanza per sempre, e ci lascia uscire solo al pomeriggio. Teoricamente saremmo liberi di fuggire ma in pratica abbiamo coscienza che e' tutt' altro che semplice

L' episodio notturno di questa notte (15 feb 2012), riguarda quanto segue:(dico episodio in quanto mi pare vagamente di ricordare un sogno molto simile, risalente forse alla sera precedente, adirittura).

Mia moglie, presumo, si avvicina e mi dice... Amore portaci via di qui...Io annuisco con poca convinzione...In quel momento usciamo tutti a fare il bagno; non vi e' la spiaggia ma un porticciolo con delle navi mercantili , e tutti (vi sono altre persone) stanno facendo il bagno...

Mi metto il costume e mi tuffo...Vado un po' sotto e quando riemergo mi trovo completamente chiuso dalle navi, quasi schiacciato, ho una difficolta' immensa a trovare mezzo metro quadrato per non farmi schiacciare dalle enormi fiancate rosse...

Una nave e' in movimento, potrebbe spappolarmi contro l' altra, ma si limita a sfiorarmi con l' elica facendomi un graffietto (l' elica e' piccola come quella di una nave giocattolo!)

Tiro un respiro di sollievo ed esco su un terrazzino, rendendomi conto che in acqua oramai ci sono solo io!!!Guardo l' ora e sono le cinque e trenta: penso che il mostro, l' uomo ciccione, mi uccidera', che non potro' completare la missione (salvare le mie amichette). Corro velocemente verso la nostra stanza ma li mi imbatto nell' uomo, che sta' cenando con la moglie... Mi guarda con un sorriso e mi dice che non vi e' problema, in quanto sono solo le cinque e mezza...

Mi fa andare nella stanza e qui....Non ricordo bene se mi sono svegliato o ero in dormiveglia... Ho pensato con forza: ma c.... : perche' non prendi una pistola e li secchi tutti e due!? Maledizione!!!

Interessante come sogno, non trovate...

 

Aiuto sono bloccato

Questo e' un sogno irrazionale, in quanto lascia spazio a diverse interpretazioni; cerchero' di essere il piu' dettagliato possibile per fare in modo che ognuno si faccia la sua idea.

Sono sulla statale aurelia verso Albissola Marina e pattino allegramente a circa 70-80 km/h con in mano un tavolino senza piano munito di quattro rotelle alla base delle gambe.Cerco di accelerare ma il vento si alza sollevando una nube di polvere e fogliame, tanto da costringermi quasi all' arresto.

Potrebbe gia' bastare ma purtroppo per voi lettori non finisce qui.

Premetto che ho osservato i pattini ed erano in pratica delle normali scarpe da tennis munite di circa 8 rotelline ciascuna del diametro non superiore ai 15 mm

Arrivo quasi in centro all&# altezza del comune dove vi sono dei lavori in corso...Dei tizi stavano caricando un camion con una gru ed un muletto piccolo e stretto, dall' aspetto tutt' altro che rassicurante.Cerco di passare come fanno tutti gli automobilisti ma rimango bloccato, inoltre non riesco neppure a tornare indietro in quanto il muletto mi aveva chiuso la strada.

In questo momento mi assale la solita angoscia dei sogni e mi rendo conto che al minimo brusco movimento il muletto potrebbe schiacciarmi; per cui cerco di uscire, ma lo faccio con tanta cautela, in quanto il muletto barcolla molto e sembra (per qualche ragione che mi sento di associare alla forma, molto arrotondata)poco incline a dar strada e piu' avvezzo a starmi addosso.Non ricordo come ma dopo cinque minuti di paura mi divincolo e prendo un' altra strada, precisamente la via che passa dietro la chiesa.

Mi trovo all' improvviso dentro un appartamento, ovviamente bloccato, e qui l' angoscia diviene piu' pesante di prima, in quanto sembra che per qualche ragione io stia fuggendo, non ho capito se dal muletto o cos' altro. Tant' e' che cerco di fuggire da una finestra ma si tratta di uno stupido vasistass, mentre dall' altra l' altezza e' vertiginosa e non vi e' modo di uscire.

Insomma, questa volta sono finito.

Ma all' improvviso l' angoscia svanisce ed un mio amico di vecchia data mi urla -Chiudi le finestre, sembra di essere in vespa qui , diau- ...Mi sono svegliato con un senso di spossatezza notevole e con un peso sullo stomaco tipico di chi non ha digerito nulla.

 

Coolio

Che roba e' Coolio... Si tratta di un personaggio inspiegabile comparsomi in un recentissimo sogno.

Questo tizio prima mi ha rubato dalla mia borsa del nuoto (che peraltro praticavo anni fa, ora gioco a tennis) una collana che mi ha regalato la mia seconda moglie (giocavo gia' a tennis) .

Dopo averle prese (per modo di dire: sembrava lo volessi malmenare ma non ricordo come e' andata), costui si e' inserito fra me e mia moglie nel letto in una stanza d' albergo ed ha cominciato a toccare me...

Preso un pattone ha cominciato a toccare mia moglie...

Preso un altro pattone cadde dal letto e se ne ando'

Al risveglio mi arrabbiai con mia moglie perche' nel sogno sembrava compiaciuta dall' episodio

Mah. Speriamo non esista questo Coolio...

 

Maremoto

Questo e' un vero incubo, purtroppo neanche troppo....

Un giorno mi trovai sulla strada che porta all' abitazione dei miei genitori, quando dall' alto (i miei abitano un po' in collina) vedetti un ondata di circa sei metri travolgere la riviera .

L' acqua arrivo' fino ai miei piedi... Non ero spaventato.Ma stranamente abbattuto, come quando sai che devi accettare una cosa per quello che e' anche se non ti va'.

In quel momento mio padre in moto (Non guida da un paio di anni per un terribile incidente) ,mi si avvicino' e disse: io vado a lavorare, tu stai tranquillo a casa: e parti' in mezzo al mare 'esondato' come se niente fosse...

 

Naja senza fine

Questo e' un incubo che mi capita frequentemente. Direi quindi che si possa definire un vero e proprio sogno ricorrente.

Sono un militare, un militare di leva, ma quello che mi turba mentre eseguo la mia naja, e' che so per certo di essere gia' congedato; in poche parole mi hanno richiamato ed io non ho trovato il mio congedo, nessuno ha nulla di registrato per cui devo ripetere il servizio di leva...C' e' di piu'; vivo con la convinzione che il congedo non me lo ridaranno nemmeno dopo il secondo anno, e se me lo ridaranno so gia' per certo che lo riperdero', e dovro' nuovamente ripetere l' anno.

Questo sogno mi crea la stessa angoscia, lo stesso desiderio di risveglio che ad altri portano gli incubi piu' classici. Inoltre e' terribilmente reale e profondo ed ho grandi difficolta' al mattino a ricordarlo come un sogno: mi ricordo di esso sempre i minimi dettagli, come il viso del Colonnello che mi dice che verifichera' ma non mi puo' garantire alcun documento valido che provi il fatto che ho gia' fatto il servizio di leva.

Purtroppo non ho alcuna strategia per ora.. L' unica cosa e' che, abituato a risognarlo, comincio a prenderlo meno sul serio (ed anche qui non so come io ci riesca, in fondo e' come se controllassi in parte i miei sogni).

Sta' di fatto che posso indicare a tutti che io ho avuto un servizio militare sfortunato, mi ammalai e finii anche all' ospedale, inoltre l'' angoscia che provo durante tale sogno e' similare a quella che ho provato prima di verificare definitivamente la mia bocciatura al quarto anno di Liceo Scientifico (tale episodio si verifico' la mattina dopo un violento temporale che non presagiva nulla di buono....guarda caso.

 

Meteo pazzo

Questa notte (11 agosto 2011) ho sognato qualcosa di veramente demenziale, allo stesso tempo pero' parecchio interessante

Sono in casa dei miei genitori nella mia stanza dove ho dormito piu' di 30 anni (ora sono sposato):

Fuori infuria una vera e propria tormenta, tale che la tapparella vola verso l' esterno del vano, cerco di chiudere ma ho bisogno di diversi tentativi per riuscirvi.

Quando ci riesco mi rendo conto che fuori nevica e la temperatura e' di circa 2 gradi; il fatto e' che nel sogno siamo in piena estate e cio' mi da molto da pensare... Cosi' mi reco con consapevolezza dall' altro lato del palazzo, in cucina, dove vi e' un ampio terrazzo..Esco e qui la temperatura e' di 27 gradi e c' e' il sole.

Rivolgo lo sguardo verso l' alto e noto che vi e' un gigantesco cumulonembo temporalesco che termina proprio in mezzo al palazzo, differenziando cosi' i due lati con due stagioni opposte. Incredibile vero....

Resomi conto di tale assurdita' mi sono svegliato.

 

Memoria notturna

5 sett 2011-Questa notte ho fatto un sogno interessante...

Ero in giro in un posto non ben precisato, probabilmente perche' la mia attenzione si era focalizzata sul soggetto principale del sogno; due strumenti, un moderno orologio ed una sorta di navigatore digitale.

La cosa secondo me stupefacente del sogno e' che questi due strumenti me li sono ricordati a distanza di un anno nei minimi dettagli, come se li avessi realmente posseduti.

Mi spiego meglio...Nella mia normale vita diurna questi strumenti non esistono affatto, sono comparsi in un sogno che ricordo bene di circa un anno fa. Inoltre se provassi o avessi provato a ricordarmi i particolari di giorno da sveglio non ci sarei mai riuscito. Invece li ho risognati esattamente come erano nel sogno di prima ed ho l' assoluta certezza, almeno notturna, che questi oggetti erano esattamente cosi'

Inoltre aggiungo che ora che scrivo sul sito non ricordo affatto ne il navigatore, ne l' orologio...

E' strano.. E' come se di notte ognuno di noi avesse una vita in un' altra dimensione, curioso no?!!

 

Mufloni verdi

Questo e' a tutti gli effetti un sogno demenziale, io non lo capisco, ma anche voi ne fate?!

Ero nuovamente sulla strada che porta dai miei, una piccola salita tortuosa, precisamente Via delle Rogazioni ad Albissola Marina(sv).

Come spesso accade veramente, davanti un camion mi rallentava, procedendo a circa 15 km orari. Preciso subito che io ero in coda a piedi (vedevo un tachimetro anche qui). Nel frattempo uno stupido dietro mi chiedeva strada e lo feci passare, ed una volta passato si mise in coda al camion con il suo elicottero bianco e rosso.

Dietro all' elicottero non riuscivo a starci, perche' quando faceva le curve mi sfiorava la faccia con il timone.

Cosi' mi spostai a destra, dove presto pero' mi sentii ancora piu' a disagio; infatti, voltatomi indietro, vidi che mi seguiva una colonna di grassi mufloni verdi dalle corna fantasiose, simili a piccole piante poste sulla fronte a sei od otto rami, della sezione di un corno tradizionale, sicuramente robuste e grandi.

Mi assali' subito l'angoscia tipica dei sogni, cosi' rimasi immobile immediatamente...

In quel momento uno degli animali si avvicino' e mi disse, con la voce 'vicino vicino' del doppiatore degli animali in paperissima, 'Ma quanto sei bello'.

Stranamente mi tranquillizai, piu' che altro perche' avevo la certezza che non mi avrebbe ammazzato

Cosi' ripresi a salire la strada, e quindi m i svegliai....

Boh .....Di brutto.....STRA BOH