Privacy Policy racconti divertenti
Crea sito

 

La ricchezza.... Chi non la vorrebbe...

Eravamo in casa di una signora, un giorno, per montare una scala a chiocciola che portava al secondo piano della sua splendida villa.Oramai si parla di 15 anni fa, ma lo ricordo come se fosse oggi...

Questa signora era la figlia di una lattaia, di famiglia tutt' altro che benestante, e passava le sue giornate seduta nel locale a guardare sua madre che serviva i pochi clienti, che , vista la posizione del negozio, erano i soliti classici noti della zona, che spesso usavano la latteria come il bar del quartiere.

Un giorno aprirono nella zona ben altri bar, con dehor esterno, biliardo ed altre comodita'...Inutile dilungarsi a parlare degli effetti economici della cosa...Ma la giovane figlia della lattaia, oltrettutto non bellissima, si sposo' con un uomo benestante, dipendente di un notissimo network televisivo, e da qui ebbe anche lei, almeno si presume, la possibilita' di acquistare questa villa nella quale quel giorno montammo la scala...

La signora una volta era ovviamente semplice, dai modi gentili ed educati...Ma le cose ,guarda caso, cambiarono un pochino...

Per un motivo che non ricordo affatto si rivolse ad un mio collega con una frase di rimprovero in stile Re di Francia con uno dei suoi fedeli servitori

.

Lui mi guardo' e mi disse: - E' proprio vero che quando la merda esce dalla fogna, puzza

Avevo le lacrime agli occhi!!!!! Dal ridere, ovviamente.....

 

 

Cosa c' entra una tortorella con un Lupo?

Si tratta di una bella storia....Un giorno una tortora e' precipitata letteralmente nel mio giardino di casa dopo aver urtato la recinzione...(Volava basso il piccolo jet). Il mio cane, veloce come un piranha l' ha presa in bocca e l'altro, Ozzy, gli ha fratturato un ala cercando di strappargliela.

Mia moglie ha salvato la tortorella dalle istintive fauci dei nostri cani...(Un cucciolo di pastore tedesco femmina, Shiva, e appunto Ozzy, una bastardina in tutti i sensi).

La tortorella e' stata sul nostro balcone sul retro per alcuni giorni, apparentemente senza mangiare ed apparentemente tutt' altro che affamata.

La portammo ad un ragazzo che se ne poteva occupare meglio di noi...

Poco tempo dopo pero', mia moglie mi fece notare un episodio.. Aveva visto una tortora piu' grande che svolazzava spesso sulla nostra casa, senza farsi troppo notare. Questa tortora ora se ne stava su un palo, aspettando probabilmente cio' che non c'era piu'...Ci e' stato detto che la tortora imboccava la piccola tutte le mattine quando noi eravamo a dormire...Andava sul terrazzino sul retro e le portava dei vermetti...

La tortorella ha poi recuperato dalla frattura e l' abbiamo riportata da noi, dove la mamma l'ha ripresa con se....Speriamo che ora viva senza piu' sventure...

 

 

Fantastico-

Mia mamma bella soddisfatta , un giorno ormai remoto,  arrivo' dicendo che il suo aspirapolvere si collegava via satellite per diminuire o aumentare il numero dei giri del motore.

Io stranito non seppi proprio come dargli retta: sia mai che avesse ragione..Del resto le moderne tecnologie sono incredibili...

Due giorni dopo pero' mi venne in mente che il satellite e' un organo meccanico che e' alla base dell'elettrodomestico ,quindi vicino alla spazzola.

Non ho piu'  riso cosi' tanto per un bel pezzo....

 

 

 

 

NEW!!! Lo squadrone siamo noi....

 

Ricordate La dura legge del GOL di Max Pezzali?!!

Bene.. Sappiate che tempo addietro sul Secolo XIX di Genova, settore sport-regione, usci' uno dei tanti articoli sulle squadre locali impegnate nei campionati dilettantistici di prima,seconda e terza categoria...

Preso dalla curiosita' ed in parte dalle scommesse fatte con se stessi per il fatto di essere ex partecipanti a tali ottimi campionati (botte da orbi) , guardai la cosa in modo dettagliato...

Mi capito' con estrema gioia di leggere di una formazione di cui non credo poter fare il nome,che aveva una classifica incredibile sia per i punti che per la differenza reti...

Possiedo ancora un ritaglio del giornale.... Questa squadra aveva racimolato nel giro di 13 partite la bellezza di due punti , ottenuti mediante due pareggi per 0-0 : in tredici partite non aveva MAI segnato e aveva subito piu' di 30 reti.

Voi direte: beh, erano grami come tante squadre in questi campionati... Eh no dico io, perche' vi giuro su mia madre che questa squadra aveva delle ottime ragioni per giustificare la classifica e le prestazioni....

Infatti QUESTO era il TRIDENTE D' ATTACCO :

9-Buzzurro; 10-Droghi; 11-Granvillano

Se non ci credete privatamente vi faccio vedere l'articolo o meglio vi comunico qual' e' la data del quotidiano...

 

E' logico...

 

Sicuramente non tutti gli italiani conoscono il colle di Cadibona , ove per arrivarci c' e' una statale trafficatissima gettonata soprattutto dai centauri...

Siamo a Febbraio, uno dei Febbraio piu' freddi degli ultimi tempi, a scapito di un inverno che fino a poco tempo fa si poteve definire mite.

Eravamo invece ad Ottobre quando sulla suddetta statale vi era tutti i giorni una pattuglia delle polizia, che incolonnava autoveicoli per controllare la presenza a bordo delle catene o la dotazione con pneumatici invernali

Quel giorno c' era il sole, la temperatura era di circa 15 gradi, e le precipitazioni erano i cristi di chi sottoscriveva un verbale piu' che legittimo...

Oggi 11 Febbraio non ha nevicato per un soffio, le strade sono sporche, ricche di ghiaccio misto sale e terriccio, la temperatura e' inferiore agli zero gradi, eppure per il colle di cadibona si puo' anche arrivare con un mezzo senza targa e con le gomme slick...Perche'? Credete che con sto' freddo qualcuno si preoccupi della nostra incolumita'? Figuriamoci....

Comunque non disperate... In primavera troveremo nuovamente tanti controlli, specialmente noi motociclisti... Comincio a pensare che ci convenga preparare le moto con le gomme rain ..

 

Il personaggio Ringhio

 

Ringhio,oltre ad essere il cane del film -Tre uomini e una gamba-, e' il nome di un personaggio molto particolare con il quale ho la 'fortuna' di avere uno stretto legame di parentela, che ha la dote di esternare frasi dal senso compiuto molto vicino alla ricezione dei primi decoder dt, cioe' comprensibile a sprazzi e con un po' di fantasia..

Alcune delle sue frasi sono:

1-Ma no cosa dici; non e' il fatto di questo

2-Non farmi venire in mente in ridere

3-Si daccordo, ci sentiamo dopo per il quanto

4-Va bene a risentirci, sir vu ple' (Cosi' come scritto..)

5-Per quel che mi concerne la verniciatura sicuramente lo preferisco

 

Conversazione a proposito di un intervento di falegnameria in appartamento..

 

-LUI- Sai abbiamo aperto e lo abbiamo trovato sul servizio .

-Io- Cioe' era in bagno.

-LUI- No cosa hai capito.. Sul servizio...

-Io-Sul... gabinetto, cesso..

-LUI- Nooo..Sei prorio..eh...non

-Io- Cosa scusa...

-LUI- Sul letto no?

-Io- (Ormai ovviamente avevo capito) Cagava sul letto insomma...

-LUI- Quando sarai sposato te ne accorgerai (Minatorio)

-Io- Campa cavallo!...

Ve ne sono molte altre, aggiornero' presto il database, ora con il vostro rispetto, ho sonno, buonanotte

 

Cucina!

 

Un giorno, si parla di circa vent' anni fa, ho cominciato a lavorare per quello che sono tuttora, cioe' un falegname.Al tempo eravamo un po' piu' piccini, non facevamo solo serramenti e si faceva artigianato in genere...Cominciai a lavorare con un tizio che era bravissimo sia di carattere che come 'artista' , ma che aveva dei comportamenti a dir poco fantozziani.Stringiamo... Quel girono dovevamo montare una bella cucina che avevamo fatto in laboratorio su misura per la casa di un ricco ingegnere.Ci mettemmo due giorni e venne veramente un bel lavoro, cosi' chiamammo il proprietario convinti di fare una bella figura...Quando l' ingegnere arrivo' fece una faccia soddisfattissima ma sotto i baffi nascondeva qualche battuta , un po' come quando al bar te ne viene una e devi dirla agli amici buttando giu' di traverso un buon sorso di birra per la fretta di parlare.

Ragazzi! La cucina e' splendida , i miei complimenti!! Ma avete sbagliato parete!!

W il nonno!

Lo sapete perche'? Perche' il nonno era il piu' anziano della compagnia, almeno nella maggior parte delle compagnie della nostra leva!

Il nonno era un maestro, era un fenomeno e ne sapeva sempre una in piu' del diavolo. Tutti aspettavano i consigli e le prodezze del nonno.

Un giorno, anni fa, si parla probabilmente del '91 perche' ero diciottenne, si decidette di fare tre devastanti giorni a Rimini un po' come faranno tanti ancor ora, e fin qui niente di speciale....

Da raccontare ci sarebbe molto ma per ora mi limito a due episodi veramente fortissimi...

Il primo e' quello del pulmino...Il pulmino nel viaggio di ritorno non voleva saperne di muoversi senza l'antifurto inserito, cosicche' in autostrada sembravamo un ambulanza in corsa, tanto che in un primo momento ci fece strada anche la Polizia....

Ci fermammo per cercare il guasto ma niente da fare...

A questo punto venne fuori la genialita' del nonno....Durante il viaggio di andata lui stesso si occupo' della guida mentre al ritorno, stanco delle prodezze compiute, consegno' il volante nelle mani di un altro mito della compagnia, il Cinghiale, cosi' chiamato per i suoi movimenti aggraziati e la sua stazza..

Intervento del nonno!! Ho capito!!! Suona perche' sente il piede di porco...

Piangemmo dal ridere per l'intero viaggio tutti quanti....Il problema poi lo risolvemmo e non si discosta poi troppo dalla battuta. Il Cinghiale aveva veramente schiacciato dei contatti salendo sul pulmino!

 

Questo episodio non e' propriamente una vicenda da ricordare, sarebbe da inserire nella pagina dei sogni ma si tratta di una mezza battuta ,per cui non e' male nemmeno in questa pagina..

Una notte di agosto 2011 mia moglie ebbe un brutto incubo, nel quale io come soggetto principale me ne andavo di casa...

Sta di fatto che me ne andavo per recarmi in un posto di tutto rispetto, altro che vita da sposati. Il sottoscritto abbandonava la moglie per recarsi a Chiavari, in provincia di Genova...

Inoltre, nel frattempo, il nostro cane Thor se ne andava anche lui per migliori lidi

Pensate: andava a fare la cacca, e ci andava con un vecchio Garelli vip2...Spettacolo

 

-Era agosto dell'anno 2009 quando io e mia moglie eravamo in vacanza in montagna, precisamente a passo del Tonale. Considerata la nostra propensione all'avventura spesso ci davamo ad una sorta di trekking estremo, certo non attraverso scoscese rocce, ma attraverso la ripetuta somma di itinerari non previsti alla partenza.....Dilettanti allo sbaraglio....Ma la comica questa volta e' cosa buona e giusta.

Quel benedetto giorno partimmo dal passo Tonale  per raggiungere il rifugio alpino di passo dei Contrabbandieri. Giunti a destinazione, passeggiata ripida ma comoda per tutti, ovviamente non eravamo soddisfatti,proprio perche' per tutti... Cosi' preso dall'entusiasmo decidetti di allargare il giro prendendo direzione Pejo fonti da dove sarei poi comodamente tornato al Tonale. La passeggiata e' stata molto bella; vedemmo marmotte, mangiammo frutti di sottobosco,ammirammo splendide vedute....Il neo furono le ulteriori impreviste cinque ore di cammino. A questo punto esausti a Pejo fonti cercammo la corriera, certi di non essere chi sa' dove.

Ed invece eravamo chissa' dove: la corriera non c'era e la distanza dal Tonale proibitiva, per non parlare del dislivello.

Qui arriva il no-limits day . Il perche' non lo so spiegare ma siccome chiamare l'albergo era vergognoso ed un pochino out, decidetti alla Fantozzi: percorrere la statale di corsa in salita per dieci km con un dislivello di ottocento metri con lo scopo di prendere l'auto, guadagnare tempo e recuperare mia moglie piu' indietro, dopo la passeggiatina appena eseguita.Detto fatto!!! Sono sincero, l'autista dell'autobus che ci lascio' a Vermiglio,l' ultimo paese prima del Tonale, distante appunto piu' di dieci km, rideva di gusto appena sentita la mia saggia decisione.Sta' di fatto che l'impresa mi riusci' davvero...Arrivammo in albergo per cena...Cosa puo' fare la fame...Non lo faro' mai piu' mio Dio .....

W il nonno  : parte seconda

Il secondo episodio che ben ricordo sul nonno risale a circa due anni dopo l'avventura riminese.

Ricordo che ai tempi in compagnia c'era la moda di trasformarsi un po' tutti nel Gimondi della situazione, tanto che quasi tutti i weekend si montava in sella per scalare ripide salite (0,5-1%) .

Uno di questi giorni la squadra era cosi' composta:

Zone, cosi' chiamato per notevoli doti nascoste: Los e Noto, cosi' chiamati perche' non ricordo affatto: il Cinghiale ed ovviamente il Nonno.

Nel bel mezzo di una scalata, oserei dire nel momento clou dello sforzo, cioe' quando non puoi affatto permetterti di ridere perche' altrimenti  resti sul posto, udimmo un botto tremendo, subito associato alla gomma del Cinghiale che si era desciappata completamente.

Uscita del nonno e knock out globale. No No non sparate non e' un Cinghiale!!

 

Cinquecento..!

Un giorno vedemmo una cinquecento primo modello fumare come una F1 con il motore rotto...

Scesero due persone anziane con il volto molto preoccupato; un uomo ed una donna.

La donna ovviamente era molto scocciata dell' episodio e lo fu ancor piu' quando l' uomo, aperto il vano motore, dovette giustificare che per scaldare il motore era stato necessario usare un paio di vecchi pantaloni.

Questa e' la storia brevissima della vacanza a Rimini di un mio amico,che per l' occasione era andato insieme a mio fratello, quando in compagnia per via dei diversi accoppiamenti e matrimoni susseguenti ci eravamo un po' disuniti.

Fu cosi' che per ragioni che ben non ricordo, i due si vedettero la, ognuno con la sua vettura, ma il bello furono le indicazioni stradali che furono date a mio fratello da Alessio che era partito prima.

Allora che direzione hai preso?

Guarda e' facile... A tutti gli incroci prendi per Zimmer e mi raggiungi subito!!!

NON E' UNA BARZELLETTA...

 

Scarlett

Scarlett e' un episodio chi riguarda un tizio un po' particolare, in tutta sincerita' (ed e' proprio il caso di dirlo), piu' di la' che di qua...

Gia' perche' questo signore, oltre che essere stato per lungo tempo il custode di un cimitero, con risultati del tutto raccappricianti, era veramente qualcosa da raccontare.Scarlett, premesso che un giorno fu sorpreso a palleggiare con dei teschi(cosi' narra qualche leggenda metropolitana) e che un altro giorno fu multato per aver chiuso dentro una vecchietta ritardataria per quasi tutta la notte, un ulteriore giorno ando' a confessarsi in chiesa!!!

Scarlett, premesso per l' ennesima volta che come narrano altre leggende metropolitane partecipasse o adirittura organizzasse messe nere nell' appartamento da custode facente parte del cimitero, quel giorno in chiesa non era certo aspettato, visto che i preti lo conoscevano abbastanza bene...In ogni caso entro' e facendola breve si avvicino' al tavolo delle varie riviste tipo Famiglia Cristiana , nascondendovi un mensile di tutt'altra morale.

Non passo' molto tempo che entro' un uomo anziano , e fece il gesto sconsiderato di impadronirsi di quest' ultima rivista. Costui fu improvvisamente richiamato da una voce ignota (Scarlett) che diceva chiaramente: -guardatelo il maiale, in chiesa con un porno-. Il povero vecchietto non ebbe alcuna scusa di fronte al parroco ed ai fedeli di quel giorno!!!

 

Esame in terza media...

Giornatone... Gia' io dovrei stare zitto perche' a suo tempo mi presentai all' esame senza le consegne e dovetti tornare a casa di corsa per prenderle e non venire bocciato... Gia': mi presentai solo soletto con la mia testa senza nemmeno una moderna tesina, un compito un   boh! Ci fosse almeno stato qualcosa in quella testa!!

Sta' di fatto che c'e' chi ha fatto di meglio, e merita uno spazio dedicato.

Costui, mio grande amico d' adolescenza , fu capace di una notevole prestazione nella domanda di fisica...

Prof.. Allora sig.  ( e che sig che eravamo, piu' sigh che sig di sicuro) , mi parli della pressione.

Si'  dunque la pressione   ....... la pressione pressa, schiaccia, preme....... 

Prof.   Indubbiamente...

Beh che dire  non puo' essere che la pressione non schiacci, altrimenti .... non schiacci.

Prof. Senta!!! Veniamo al sodo

Insomma prof mi dispiace ma mi sento bloccato, non so..

Prof ..  Parlami di quello che sai meglio , quello che hai preparato

.......

Prof.  Ebbene!

....

Prof. Dobbiamo dire qualcosa, un argomento del programma

Va bene mah, daccordo... Parliamo della pressione!!!!

Prof.  Mi pigli per il culo!!! Ora basta,   lasciamo stare vai dal mio collega.

 

Tocca al sig. Romano :

NO Basta questo e' troppo vatti a cambiare

(Romano si presento' in scioltezza con il seguente abbigliamento. Cappellino rosso con sopra scritto T.i.r. ,

Maglietta sbarazzina con sovraimpressi articoli di giornale,tipo Jacocca in Rimini-Rimini,  pantaloncini gialli da calcio e paio di squadrillas ... Tutto cio' nel 1986, vi lascio pensare!

 

- Un giorno di ritorno con i miei genitori da Pisa (avevo 13 anni) , ci fermammo presso un autogrill all' altezza di Massa Carrara: ad un certo punto nel bel mezzo del silenzio un urlo veramente agghiacciante, completamente fuori tono e distorto da un po' di raucedine ,in parte soffocato, come uno che ha un brutto sogno e non riesce a chiamare,si fece largo nella valle .....Era un signore che diceva a sua moglie,in piedi  un centinaio di metri piu' in la'......

Ma cosa uuurliiiiiiiiiiiii!!!......